Trovata molecola contro le invasioni batteriche

Una nuova scoperta in campo medico ha permesso di identificare una molecola, più precisamente la proteina C14, che risulta fondamentale per una completa difesa dell'organismo contro alcuni batteri patogeni. Questa proteina è presente sulla superficie delle cellule del'immunità innata, che costituiscono la nostra prima linea di difesa.

La scoperta è avvenuta grazie ai ricercatori dell'Università degli Studi di Milano Bicocca, in collaborazione con l'Harvard Medical School, che hanno pubblicato uno studio sulla prestigiosa rivista Cell dove viene spiegato un nuovo meccanismo molecolare dipendente da C14, per la produzione di un particolare gruppo di proteine, gli interferoni di tipo I, in grado di ostacolarel'infezione di batteri come Escherichia Coli.

Questo potrebbe essere di grande utilità per  preparare nuovi metodi di cura contro le infezioni.

Francesca Granucci, professore associato che dirige i laboratori di Immunologia Cellulare e Molecolare dell'Università degli Studi Milano Bicocca, afferma:"E' una scoperta importante perchè apre nuove strade per bloccare risposte immunitarie incontrollate, come accade per alcune forme di sepsi, ossia infezioni batteriche che raggiungono il circolo sanguigno".

La sepsi è ancora oggi la causa principale di ricovero e decesso nelle unità di terapia intensiva.

E' possibile dunque pensare di creare molecole specifiche in grado di eliminare la principale causa di shock settico.