Il sentiero di casa

Qualche giorno fa ho scritto un "buongiorno" in cui dicevo che la nostra casa è il momento presente.

La domanda era: proprio ora sei a casa?

Vorrei chiarire meglio cosa intendevo dire a questo proposito.

"A casa" per me significa essere presenti a se stessi, essere chi si è davvero nel profondo. E sentirsi tali per me equivale a essere a casa.

Ha poco a che fare con l'essere tra le pareti domestiche, anche se potersi trovare nel calore della propria famiglia è una delle cose più belle del mondo.

Ma casa tua è in primo luogo dentro di te. E' chi sei veramente.

E' abitare completamente il tuo corpo e la tua anima.

E'conoscersi, e realizzarsi per ciò che si è.

Sono fermamente convinta ( e questo spazio ne è la prova) che Amore sia mettere tutti se stessi, anima e corpo, in ciò in cui si crede.

Sono fermamente convinta che l'intenzione sia la chiave per arrivare dove si vuole arrivare. E se non si vuole arrivare da nessuna parte fa lo stesso, l'intenzione resta il modo per far sì che la vita sia intensamente piena di significato, perchè è il percorso che conta, non la meta.

Per questo oggi voglio parlare di sogni, sogni nel cassetto, sogni chiusi nel cuore, sogni abbandonati, sogni timidi che non osano chiamarsi tali, sogni prorompenti, sogni mai realizzati, sogni che sembrano irrealizzabili.

I sogni son desideri?

Sono molto di più.

Sono la nostra vera essenza, sono chi siamo veramente, sono l'espressione della nostra anima profonda.

Sia quelli che si fanno a occhi chiusi, che quelli che si fanno a occhi aperti.

Sto parlando di Sogni con la S maiuscola, non di capricci quotidiani passeggeri (se serve un esempio…non sto parlando di volere l'ultimo modello di iphone o la vacanza alle Maldive!).

Intendo sogni che a fatica il cuore riesce a contenere tanto sono grandi, tanto si fanno sentire per poter essere realizzati.

Sogni in cui ti identifichi perchè tu sai di essere quello, lo senti.

Se nel tuo cuore ne hai uno, per favore ascoltalo.

Perchè è la tua anima che ti sta parlando, e non c'è voce più saggia da seguire.

Non importa se e quando si realizzerà, ma provaci.

Mettici impegno, mettici cuore, mettici anima e corpo.

Perchè quel percorso sarà quello che ti potrà insegnare ciò che devi imparare, perchè quello sarà il sentiero da percorrere.

E tieni presente la sottile differenza tra volere a tutti i costi raggiungere quell'obiettivo e mettere tutto te stesso nel procedere in quella direzione senza aspettative.

Nel primo caso c'è tensione, c'è sforzo e pretesa, c'è la meta che offusca il tragitto per arrivarci.

Nel secondo sei focalizzato sul tuo impegno, sulla sincerità delle tue intenzioni, sai fluire in accordo con gli eventi mettendoti totalmente a disposizione del tuo sogno. 

Quando riesci a camminare su quel sentiero, sarà allora che troverai la tua andatura, sarà allora che saprai che stai facendo la "cosa giusta", che la fatica sarà affrontabile qualunque sia la sua portata, che il sudore sara' la tua preghiera, che il tuo cuore avrà apertura e nutrimento tanto che oltre a te, tutti ne beneficeranno naturalmente.

Sarà allora che sarai finalmente sulla strada di casa.